Il Sistema fortificato di Porto Ercole

Il Sistema fortificato di Porto Ercole

 

Domina l’abitato l’imponente complesso della Rocca, costituita dalla stratificazione di vari edifici di cui i più antichi duecenteschi, ristrutturata nel XV secolo sulla base di un progetto del Vecchietta, ulteriormente modificata nel XVI sotto la direzione di Anton Maria Lari e di Baldassarre Lanci; rimane all’interno una cappella quattrocentesca. La cinta muraria scende verso il mare collegando, attraverso un cunicolo, la Rocca ai resti del bastione di Santa Barbara, costruito sul porto analogamente al Forte di Santa Caterina per rafforzare il sistema difensivo.

La Rocca costituisce uno dei tre vertici del triangolo fortificato sul quale si organizzava la difesa dell’insediamento, collegato agli altri due dal Forte Filippo e dal Forte Stella, realizzati con l’apporto degli architetti militari al servizio di Cosimo I. Il Forte Filippo, sul colle prospiciente la Rocca, fu eretto su progetto di Giovanni Camerini (1558): entro un profondo fossato, ha forma quadrangolare allungata, con quattro poderosi bastioni disuguali e asimmetrici. Di forma originalissima è il Forte Stella, a sud-ovest della Rocca, di fronte all’Isolotto, d’impianto stellare a sei punte entro una cinta bastionata a quattro punte.