Giro dell'Argentario

Giro dell'Argentario

l’Itinerario da Porto Santo Stefano a Porto Ercole, per un tratto su sterrato, interessante per la bellezza dei paesaggi marini e gli ampi panorami, contorna il promontorio correndo inizialmente in vicinanza della costa, scoscesa e ricca di cavità dovute all’erosione marina sui terreni di natura calcarea e a fenomeni carsici. Dopo la Punta Lividonia, il percorso, scandito dalle torri costiere di avvistamento, oltrepassa la Cala Grande e quella Piccola, internandosi dopo questa per salire e ridiscendere verso la costa meridionale nei pressi della Cala dell’Olio e della porzione di litorale antistante all’Isola Rossa. Nel tratto successivo, non sfruttato dal turismo, la macchia lascia il posto a una vegetazione di cespugli (ginepro, lentisco, mirto, rosmarino), con ginestre e specie anche rare di fiori, tra cui le orchidee. Quindi la strada, per circa due chilometri, non asfaltata (e generalmente percorribile solo con moto o fuoristrada), procede di nuovo a mezza costa verso Porto Ercole.